Russell Crowe sarà Noé nella realizzazione biblica di Aronofsky

Niente animaletti a coppie né l’ombra di una risata in questo film sul personaggio antidiluviano.

di Cristina Bonolis 14 agosto 2012 18:20

L’età d’oro dei filmoni biblici in stile Cecil B DeMille è finita una cinquantina di anni fa, ma a Darren Aronofsky non l’aveva detto nessuno. E’ da un po’ di anni che lo scrittore regista di Requiem for a Dream, The Wrestler e Cigno Nero sta spargendo il suo vangelo sul progetto Noé,  con Russell Crowe nelle vesti del nostro patriarca antidiluviano preferito.   Il film non uscirà prima del 2014, ma nel frattempo si è avuto modo di dare un’occhiata all’attore australiano grazie ad alcune anteprime che girano nel web.

Quelli che sperano di vedere Crowe come un Noé  tutto felice accovacciato in mezzo a un branco di manguste, di suricati o di scimmiette ragno a bordo della sua famosa arca rimarranno delusi nel sapere che non ci sarà una singola bestiolina in vista, tanto meno a coppie… Né sembrerebbe che Aronofsky la voglia buttare sull’umoristico in stile Un’impresa da Dio con Steve Carell, l’espressione pensierosa e compassata di Crowe sembrerebbe confermare che “Noé” sarà una seria, nuda e cruda  disamina della storia.

Nel filmone a sfondo religioso reciterà anche Anthony Hopkins nella parte dell’aspirante highlander Matusalemme, che poi era il nonno di Noé, con Jennifer Connelly come sua moglie  e Ray Winstone che interpreta il ruolo dell’immancabile cattivo della situazione, ovvero Caino.
Sembra che Aronofsky non contento abbia aggiunto al gruppetto anche dei minacciosi angeli giganti a sei braccia:  ce la farà Crowe a mantenere quell’espressione seria?

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti