Trilogia anni 70, la nuova fiction Rai

Una fiction particolarmente interessante, con la partecipazione di Alessandro Preziosi.

di Monia Ruggieri 20 ottobre 2012 14:04

Sono ancora in corso a Belgrado le riprese della fiction Rai  “Trilogia anni ‘70”. Si tratta della nuova serie di Raiuno che andrà in onda, e quindi sarà inserito nel palinsesto, nel corso della prossima stagione televisiva. La fiction è stata prodotta da Albatros e firmata da Graziano Diana, tratta di argomenti piuttosto importanti e caldi: verrà descritta, infatti, la vita politica e sociale degli anni ’70, quelli contrassegnati dal terrorismo, facendo rivivere in tv l’incubo degli anni di piombo. Saranno sei puntate, tutte collegate tra loro, che affronteranno gli anni ’70 in tre città diverse ed in tre momenti storici diversi: Milano 69-72, Genova 74-76 e Torino 79-81.  La serie tv è composta da sei mini puntate che, come accennato prima, probabilmente andranno in onda ad anno nuovo, nei primi mesi del 2013.

Trilogia Anni ’70 vanta un cast di tutto rispetto: infatti oltre ai tre noti Emilio Solfrizzi, Alessandro Preziosi e Alessio Boni, ci saranno anche: Ennio Fantastichini, Simone Gandolfo, Alessio Vassallo, Luisa Ranieri, Stefania Rocca, Anna Safroncik,  Linda Messerklinger, Giovanni Calcagno, Lucia Batassa e Stella Egitto.

Le sei puntate saranno divise in tre miniserie da due episodi ciascuna, ed è legata a tre personaggi diversi:

Alessandro Preziosi è il protagonista delle due puntate intitolate Il Giudice. Preziosi interpreta l’ex magistrato Mario Sossi, il quale fu rapito il 18 aprile 1974 a Genova, dall’allora appena nato gruppo terroristico delle Brigate Rosse.

Emilio Solfrizzi è il protagonista de Il Commissario, il capitolo della trilogia girato a Milano e parla del periodo che va dal  1969 al 1972. L’episodio racconta le vicissitudini del commissario Luigi Calabresi e la strage di Piazza Fontana.

Alessio Boni, infine, sarà Mario Ventucci, nella miniserie sottotitolata L’Ingegnere e ambientata a Torino tra il 1979 e il 1981. Ventucci ha partecipato alla marcia dei 40 mila quadri FIAT, la quale fu la chiave di volta nel cambiamento dei rapporti tra lavoratori, sindacati e azienda.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti