Cristina Parodi Live chiude

La Parodi saluta domani il suo pubblico

di Monia Ruggieri 20 dicembre 2012 22:27

“E’ praticamente sicura la chiusura a fine mese del contenitore inaugurato a settembre, che non decolla negli ascolti nonostante il restyling dello studio e il ripensamento dei contenuti, sempre più orientati al trash”

Questo si leggeva qualche giorno fa sulle pagine de Il Giornale, facendo riferimento al programma condotto da Cristina Parodi sull’emittente La 7, Cristina Parodi Live. Ebbene, fino a qualche ora fa erano solo voci di corridoio, fomentate dai bassi ascolti e dai costi troppo elevati da sostenere per mandare avanti la trasmissione. Oggi invece è la realtà dei fatti, perché il programma chiude davvero. Cristina Parodi saluterà il suo pubblico domani, 21 dicembre 2012, quando condurrà l’ultima puntata del suo programma quotidiano.

La conferma è arrivata dalla stessa conduttrice, la quale ha così sostenuto sulla sua pagina ufficiale del famoso social network Facebook:

“È stata un’esperienza meravigliosa e ringrazio La7 di avermi dato la possibilità di tornare a misurarmi con un programma quotidiano, in diretta, importante e di qualità come quello che ho condotto. Purtroppo la fascia pomeridiana di questa rete è molto difficile da conquistare e probabilmente il programma avrebbe avuto bisogno di più tempo per poter crescere e maturare ascolti. Tempo e investimento economico che evidentemente la rete, in questo momento di rimodellamento del palinsesto, non aveva. Ecco perché, d’accordo con il direttore Ruffini, abbiamo deciso di interrompere il programma e pensare a un nuovo progetto per la prossima stagione”

La Parodi si dice comunque

“orgogliosa di avere fatto in questi quattro mesi un prodotto bello, in linea con quello che mi avevano chiesto di fare, vicino al mio ideale di televisione pomeridiana e sono felice di aver ricevuto buoni consensi dalla critica e molti apprezzamenti dai telespettatori. Merito senza dubbio anche della squadra eccezionale di persone con cui ho avuto l’onore di lavorare”. 

Insomma, è stato bello finché è durato.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti