DeaKids, Facchinetti entusiasta per Tutti pazzi per Re Julien

Il conduttore si dice felice del nuovo progetto tutto dedicato ai bambini che lo vede protagonista...

di Maris Matteucci 10 ottobre 2015 8:00

Per DeaKids, Francesco Facchinetti ha cantato la sigla di Tutti pazzi per Re Julien, uno dei cartoni preferiti da sua figlia Mia, avuta dalla ex Alessia Marcuzzi. Al settimanale Top, il giudice di The Voice spiega che proprio la figlioletta è felice di quanto fatto dal papà.

Mia è felicissima per questo progetto. Per lei esisto a livello televisivo solo grazie a questi meravigliosi progetti, a lei così vicini. E un po’ quello che mi è successo anni fa con mia nonna quando ho avuto la fortuna e l’onore di presentare Striscia la notizia. Solo allora si è il accorta di che cosa facessi. Ora, agli occhi di mia figlia, sono mitico proprio perché faccio un cartone

Di recente Francesco Facchinetti ha detto di voler far vivere i suoi bambini in campagna, per tenerli lontani dai pericoli della città.

Ho la fortuna di abitare in campagna e per me è normale che i bambini vivano la natura, giochino e si divertano in giardino. Ho abitato in grandi città, da Roma a Londra, da New York a Tokio, ma non cambierei Mariano Comense con nessuno di questi posti. Perché, quando saranno adolescenti, i miei figli potranno andare in giro con gli amici e io sarò tranquillo.

Il conduttore giudice di The Voice continua:

Io sono cresciuto con i cartoni animati, così come tanti della mia generazione. Poi, quando diventi più grande, un po’ meno scanzonato e un po’ meno leggero, i cartoni li lasci per strada. Finché diventi genitore. Sono figlio della generazione telefilm e delle consolle per videogiochi. Ci si sentiva parte della rivoluzione tecnologica, fatta dai primi pc, dai videogiochi portatili, che cominciava a mettere radici. Ma non ho passato tutta l’infanzia e l’adolescenza davanti alla tv. Tutt’altro. Ho vissuto tanta vita vera: l’oratorio, il muretto, il campetto, le scampagnate con lo scooter, la gelateria, il cinema…

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti