I Simpson, le voci cambiano e i fan protestano

Sono cambiati i doppiatori di due personaggi principali della serie ed è scoppiata la protesta. Voi cosa ne pensate?

di Monia Ruggieri 27 Marzo 2013 11:58

Chi non conosce i Simpson, la simpatica serie i cui protagonisti sono i personaggi più gialli d’America? Creati dal fumettista Matt Groening, i Simpson racchiudono, in chiave satirica, la vita sociale e le abitudini tipiche di un qualsiasi statunitense; spesso e volentieri, in chiave critica, volgono uno sguardo agli aspetti sociali e culturali del Paese, non tralasciando di certo anche la televisione. Da martedì 5 marzo è iniziata  la serie inedita de I Simpson. Si tratta della 23esima stagione della serie tv, andata in onda  Fox Usa tra il 2011 e il 2012.

Da qualche giorno a questa parte, però, principalmente sul web, è scoppiata una protesta che vede come protagonista la voce di due doppiatori storici della serie, ovvero quelli di  Bart e di Marge. Poiché, specialmente quando si tratta di film o serie doppiate, la voce è tutto e ci si affeziona ad essa col passare del tempo; tanto che, nel caso in cui cambia il doppiatore (come in questo caso), il personaggio non è più lo stesso.

Come abbiamo appena accennato, abituarsi a nuove voci non è affatto facile, soprattutto in questo caso: infatti, dopo ben oltre vent’anni di Simpson, le voci storiche di Marge e bart, Liù Bosisio e Ilaria Stagni, non hanno voluto rinnovare il contratto con la Mediaset e la 20th Century Fox. Di conseguenza le sue voci sono state prontamente rimpiazzate con quelle di  Sonia Scotti e Gaia Bolognesi.

Queste nuove voci, però, non sono affatto piaciute ai fan e agli affezionati della serie tv animata, tanto da iniziare a protestare grazie all’utilizzo dei social network, richiedendo a gran voce le vecchie doppiatrici e dando vita a qualche forma di protesta, come l’organizzazione di un flash mob davanti alle sedi di Sky e Mediaset.

Capiamo che i Simpson ormai sono parte integrante della crescita di qualsiasi essere umano e dubito che ci sia qualcuno nel mondo che non abbia visto almeno una puntata… ma non ci sono problemi ben peggiori nel nostro Paese per cui indignarsi?

Commenti