Isola dei Famosi 11, Alvin: “Dura a causa dei naufraghi”

L'inviato del reality di Canale 5 racconta il suo viaggio in Honduras...

di Maris Matteucci 19 maggio 2016 18:10
Alvin

L’Isola dei Famosi 11 è stata particolarmente dura per Alvin che per il secondo anno ha vestito i panni dell’inviato. Troppo stress come racconta lui stesso e tanto da fare. La colpa? Dei naufraghi.

Ecco cosa dice Alvin sul cast di concorrenti del reality di Canale 5:

Quest’anno è stata dura, i naufraghi conoscevano il mezzo televisivo e nonostante i nostri avvertimenti, provavano a non rispettare le regole. Il fondo lo abbiamo toccato con la storia dell’accendino portato da Fiordaliso. È un gioco, ci sono delle regole, vanno rispettate. Stop. Mi sono messo alla prova. Ho dovuto tenere salde le redini e cambiare passo. Ripeto, la storia dell’accendino non doveva accadere. Da quel momento non c’è stato più un momento davvero sereno. Ma molto stress fino alla finale

Perfetta però la location honduregna che è stata spesso scelta per l‘Isola dei Famosi 11:

La location è perfetta. Consideri che dopo quella italiana, parte l’Isola israeliana, poi quella messicana, poi la spagnola e così via. Hai la terra ferma come base e gli atolli o se volete le Playe a distanza di pochi minuti di barchino. Si presta in maniera perfetta come location per quanto riguarda il ‘game’. Poi c’è l’Honduras, ma quella è un’altra storia […] I ‘garifuna’, gli abitanti che collaborano con noi, sono poverissimi. I bambini li fai felici con poco e per poco intendo anche un abbraccio, un sorriso. Il posto più frequentato è la ‘pulperia’ (la drogheria, ndr). E lo sa che loro vendono tutto a un pezzo? Ovvero: una sigaretta e non il pacchetto, una caramella e non la confezione. Perché non possono permettersi di comprare la confezione intera. In compenso però tutti hanno lo Smartphone

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti