“L’ultimo Papa Re”, Gigi Proietti sarà il protagonista

L'8 e il 9 aprile Rai Uno manderà in onda una serie tv ispirata al film del 1977 di Luigi Magni con Nino Manfredi

di Monia Ruggieri 9 Marzo 2013 11:42
Spread the love

E’ questo il nome dell’evento di Rai Uno che andrà in onda l’8 e 9 aprile, ispirato al film del 1977 di Luigi Magni con Nino Manfredi. Gigi Proietti sarà il protagonista de “L’ultimo Papa Re“.

“Quando succedono le cose, succedono tutte insieme. A me fa una certa impressione: siamo senza Papa e senza governo. Nient’altro? Certo,ci aspetta anche l’elezione del nuovo capo dello Stato, dopo Giorgio Napolitano che è stato un punto fermo. Ora lei capisce che raccontare la storia di Roma ai tempi di Pio IX, mentre Garibaldi sta entrando in città per porre fine al potere temporale della Chiesa e unire l’Italia è una bella responsabilità. Se leggi la storia, i punti di contatto ci sono”

L’8 e il 9 aprile Rai Uno manda in onda il film L’ultimo Papa re di Luca Manfredi, con Proietti nel ruolo del cardinale Colombo. Proietti, interpreta una storia legata a Pio IX e così commenta l’attualità della pellicola:

“Il tema del film è antico e attualissimo, alla luce delle dimissioni di Ratzinger. Se ci rifacciamo a quello che dice Pasolini, la chiesa deve tornare a essere pastorale, parlare alle coscienze e abbandonare il potere temporale che sembrava finito. I grandi autori, da Shakespeare in poi, si sono sempre interessati ai cambiamenti epocali. La nostra storia si svolge nel periodo della presa di Roma, alla vigilia dell’Unità d’Italia. Ne scherzavo con Gigi Magni: se ti levano il Risorgimento, è finita”.

Interpretando il ruolo che è stato di Manfredi nel 1977:

“Lo considero un omaggio a un attore che con Sordi, Gassman, Tognazzi, era uno dei moschettieri del cinema italiano. Nino non l’ho conosciuto bene, venne ospite a un mio show ma era un grande artista. Mi ha fatto piacere lavorare con Luca, il figlio, regista serio che firma anche la sceneggiatura con Marina Garroni e Alberto Simone. È un film curatissimo, con un grande cast da Lino Toffolo a Sandra Ceccarelli e le musiche di Nicola Piovani”. 

Commenti