Ballarò, Giovanni Floris rimane?

E' in corsa il braccio di ferro tra l'azienda Rai e il giornalista conduttore: come finirà?

di Maris Matteucci 29 giugno 2014 7:23

Nei giorni scorsi si è parlato a lungo di Giovanni Floris, il popolare conduttore giornalista di Rai 3 destinato (almeno così sembrava) ad abbandonare Ballarò per passare alla concorrenza. Alla base di questa teoria il fatto che Giovanni Floris fosse in scadenza di contratto (31 luglio) e non intenzionato a rinnovarlo alle stesse condizioni.


Ma secondo le ultime indiscrezioni lanciate da Dagospia, all’indomani dell’ufficializzazione dei palinsesti Rai, sembrerebbe fatta anche per Giovanni Floris a Ballarò. Il conduttore-giornalista insomma rimarrebbe alla guida del talk show politico che ogni martedì, in prima serata, tiene incollati di media 4 milioni di italiani (un numero altissimo considerando che trattasi comunque di programma di nicchia e dunque non destinato al grande pubblico).

Perché Giovanni Floris avrebbe accettato di rimanere a Ballarò? Semplice, perchè avrebbe ottenuto quello che voleva. Che tradotto significa un ritocchino dello stipendio e una maggiore presenza in televisione. Ballarò infatti si allungherà fino a mezzanotte, secondo quanto anticipato dalla Rai, e Giovanni Floris potrebbe raddoppiare la sua presenza in televisione con un nuovo spazio giornaliero (ma su questo c’è ancora molto da sapere). Stando così le cose, insomma, il giornalista di Rai 3 rimarrebbe al suo posto, pronto per un’altra stagione televisiva intensa, visto che la situazione economico-politico attuale dell’Italia non fa altro che fornire materiale al suo programma. Mediaset e La 7, insomma, sono però ancora alla finestra, pronte a intervenire qualora l’idillio tra Rai e Giovanni Floris non dovesse concretizzarsi. D’altronde per il momento non c’è niente di ufficiale e come si sa, la speranza è l’ultima a morire.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti