Hotel Transylvania, la voce è di Bisio

I personaggi del nuovo film animato avranno la voce di Bisio e della Capotondi

di Monia Ruggieri 9 ottobre 2012 14:46

Hotel Transylvania è il nuovo esilarante film d’animazione diretto dal Genndy Tartakovsky, il cui lungometraggio, sarà distribuito da Warner Bros nelle sale cinematografiche italiane e partire dal prossimo 8 novembre. E saranno proprio Claudio Bisio e Cristiana Capotondi le voci italiane di due personaggi di Hotel Transylvania.

La trama è piuttosto semplice, ma molto divertente: il conte Dracula è proprietario dell’Hotel Transylvania, un resort a cinque stelle particolarmente lussuoso che ospita i soggiorni dei non umani. Dracula, in occasione il centodiciottesimo compleanno della figlia Mavis, che ha la voce di Cristiana Capotondi, invita i mostri più famosi al mondo. All’hotel, però si presenta un umano, ovviamente non invitato, il giovane Jonathan e Dracula cercherà in tutti i modi di far sì che la figlia non si innamori di lui.

«Io sono Dracula e lui è uno che parla davvero tanto, non sta mai zitto. Siamo in casa sua, nel suo castello che è un hotel ma anche il rifugio che ha creato per sua figlia quasi maggiorenne. Dracula è un padre possessivo, ed è divertente  vederlo preoccupato dell’incolumità della figlia come tutti gli altri papà».

ammette Claudio Bisio.

La voce della figlia di Dracula, Mavis, è, invece, quella di Cristiana Capotondi:

“È la mia prima volta con un cartone animato e ho scoperto che non respirano. C’è un utilizzo della voce e del fiato molto diverso dal solito: questo mi è servito tanto. […] Mavis cerca di ribellarsi, ma allo stesso tempo è molto dolce con il padre. È curiosa, vuole scoprire il mondo e gli umani soprattutto non ha intenzione di arrendersi e farà di tutto per far sì che il padre mantenga la promessa: lasciarla libera il giorno del suo 118° compleanno”.

Il 16 ottobre, Genndy Tartakovsky presenterà in esclusiva i primi 20 minuti del film in occasione dell’edizione 2012 del View Conference, noi per ammirarlo dovremmo aspettare l’8 novembre.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti