Il set di Park Avenue distrutto dall’uragano Sandy

Entro tre settimane le riparazioni dovrebbero essere completate.

di Monia Ruggieri 6 Novembre 2012 14:36

Chissà perché per eventi talmente gradi e disastrosi come gli uragani si suol dar loro nomi femminili. Davvero le donne sono così altrettanto portatrici di guai? Lascio agli uomini l’ardua sentenza. Quel che è certo è che Sandy non ha risparmiato proprio nulla e nessuno. Dopo gli oltre 100 morti, le case distrutte e gli uomini ancora a lavoro con l’impossibilità di dare il via alla Maratona di New York (rimandata per la prima volta quest’anno. Pensate che la maratona non si era fermata neanche dopo l’attentato alle Torri Gemelle!), ora pare abbia distrutto anche alcuni set cinematografici.

Nei giorni subito successivi all’immane tragedia che ha messo letteralmente in ginocchio la costa Est degli Stati Uniti, alcuni reti avevano deciso di sospendere la programmazione dei telefilm più apprezzati dal grande pubblico, probabilmente a causa dell’assenza di elettricità in moltissime zone dell’area colpita, con un conseguente ed ovvio calo degli ascolti dovuto proprio all’impossibilità di accendere la tv. Per qualcuno però non è bastato modificare il palinsesto televisivo, infatti il set del drama ABC 666 Park Avenue è stato danneggiato dall’uragano Sandy.

Peter Kapsalis, ovvero il proprietario del Cine Magic Riverfront Studios, quindi della location dove viene girata la serie tv, ha spiegato la situazione, elogiando anche l’operato della grande casa di produzione, la Warner Bros, in quanto è fermamente convinta di far ripartire la macchina dei lavori il prima possibile:

‘Il Daylight Studio, dove si trovano alcuni dei set minori e che era più vicino all’acqua, è stato completamente distrutto. I set principali sono rimasti in piedi, nonostante l’invasione dell’acqua, ma i danni sono molto estesi.’

E ancora:

‘Sono stati straordinari, non so come dirlo. Sono stati di grande aiuto e hanno cercato di mettere l’interesse della serie tv al primo posto, il che ci sta facilitando molto le cose.’

Per il momento è stato stimato che ci vorranno almeno tre settimane prima che sia completa la riparazione.

Commenti