Perché Hogwarts era solo nell’immaginazione di Harry Potter

Vediamo quali sono gli elementi che potrebbero indurci a pensare che le avventure vissute dal più famoso dai maghetti non abbiano mai avuto luogo.

di Simona Vitale 6 marzo 2013 17:24

“È accaduto tutto nella sua testa”. Questo è uno dei finali più stereotipati e deludenti che un film o una serie possa avere. Sembrano esserci alcuni elementi tali da indurci a pensare che questo valga anche per una delle serie, di romanzi e cinematografica, più fortunate di tutti i tempi.

Parliamo di quella di Harry Potter, che, con il suo successo di vendite, ha reso la sua autrice, Joanne Rowling, una delle donne più ricche al mondo. Cracked ha individuato quali sono gli elementi tali da indurci a pensare che la scuola di Hogwarts e tutte le avventure vissute dal maghetto Harry possano essere state frutto della sua immaginazione: analizziamole nelle pagine seguenti.

1. Harry era un bambino vittima di abusi: Harry Potter è descritto come piccolo e magro a causa della privazione di cibo. Vive in un piccolo sgabuzzino sotto le scale. Inoltre, i suoi zii letteralmente si rifiutano di riconoscerlo come un essere umano per la maggior parte della sua infanzia. Trascurare i minori può condurre al carcere. Anche se il 99% di quello che dicono è stupido, non è possibile far finta che i vostri bambini non esistano senza che le autorità, prima o poi, intervengano.

Oltre 10000 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti