Suburra, arrestato l’attore Adamo Dionisi

L'attore accusato di aver distrutto una camera dell'Hotel Salus Terme di Viterbo e picchiato una donna.

di Antonio Ruggiero 9 dicembre 2017 5:00

Adamo Dionisi, che nella serie televisiva prodotta dal colosso dello streaming Netflix dal titolo Suburra interpreta il boss del clan rom Manfredi Anacleti, ruolo ripreso nel film Suburra, uscito nelle sale nel 2015, è stato arrestato dalla polizia di Viterbo nella notte tra il 6 ed il 7 dicembre.
Ex capotifoso degli Irriducibili, gruppo di ultras della squadra di calcio della Lazio, Adamo Dionisi si è avvicinato alla recitazione durante un periodo di reclusione nel carcere di Rebibbia ed in seguito ha preso parte a diversi progetti televisivi e cinematografici, collaborando con registi del calibro di Paolo Virzì, Abel Ferrara, Stefano Sollima, Ivano De Matteo e Sabina Guzzanti.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Messaggero, Adamo Dionisi, ospite nella notte tra il 6 ed il 7 dicembre presso l’Hotel Salus Terme di Viterbo per riposarsi prima delle riprese di un nuovo film in Francia, avrebbe esagerato con gli alcolici ed in preda all’euforia e totalmente fuori controllo avrebbe distrutto totalmente una camera dell’albergo e picchiato una donna ospite della struttura con l’attore, costringendo il personale a rivolgersi alle forze dell’ordine. Il processo a carico di Adamo Dionisi si terrà a Viterbo il prossimo 19 gennaio e per l’ora l’attore è in libertà, ma non può avvicinarsi alla donna.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti