20 baby star distrutte dalla celebrità

Famosi da giovanissimi ma da adulti hanno avuto problemi di ogni tipo, soprattutto con alcol e droghe: ecco 20 ex baby star distrutte dalla fama.

di Elide Messineo 3 settembre 2014 8:17

Per molti Hollywood è un sogno, la vita delle star è da invidiare ma molto spesso oltre a lusso e soldi non c’è molto altro se non tanta solitudine: purtroppo abbiamo molti esempi di star ricche e infelici, oggi invece scopriamo ex bambini prodigio che non hanno retto il peso della celebrità.

E’ facile diventare famosi in tutto il mondo e poi perdere il controllo, ecco l’elenco delle 20 ex baby star che si sono autodistrutte.

20) Demi Lovato

E’ forse una delle poche giovanissime che è riuscita a riprendersi e a ricostruire il suo personaggio: oggi è giudice di X Factor, ma Demi Lovato è diventata famosa a 7 anni grazie a “Barney and Friends” dove recitava insieme a Selena Gomez. Dopo è diventata protagonista di “Sonny tra le stelle” ma sono arrivati anche i problemi e gli scandali: uso di cocaina (ha dichiarato di non poter stare più di un’ora senza), alcol e altre droghe, disturbi alimentari, autolesionismo, bipolarismo. Demi è finita in rehab e lentamente è riuscita a tornare in sé e a vivere diversamente il successo, diventando presto un esempio per molti giovani.

19) Shia LaBeouf

L’attore di “Transformers” continua per la sua strada a Hollywood ma non si può certo dire che abbia un bel caratterino. Di certo il suo passato non lo ha aiutato, infatti Shia LaBeouf è cresciuto sotto la pressione delle violenze verbali e mentali del padre, un veterano della guerra in Vietnam. L’attore ha iniziato a recitare all’età di dieci anni e in seguito ha avuto diversi problemi con la legge, per guida in stato di ebbrezza, incidenti d’auto, violenza, ha litigato spesso con i paparazzi e chissà quali altre chicche ci regalerà.

18) Aaron Carter

E’ il fratellino di Nick Carter, che negli anni Novanta spopolava con i Backstreet Boys (che nemmeno adesso vanno malaccio con le loro reunion). La carriera musicale di Aaron Carter è iniziata quando aveva dieci anni ma dopo il grande successo e il lavoro in tour con i BSB e Britney Spears, anche lui ha preso un brutto andazzo. Soldi e fama creano sempre qualche problemino con la legge: marijuana, eccesso di velocità, dipendenza da Xanax, che è arrivata nel 2009, quando ha partecipato a “Dancing with the stars” e aveva attacchi di panico prima di salire sul palco. Il tranquillante è diventato poi dipendenza e dopo tre anni Aaron è finito in rehab. Lui è riuscito a riprendersi mentre sua sorella, anche lei dipendente da Xanax, è morta di overdose nel 2012. Nel 2013 sono arrivati i problemi finanziari, Aaron è andato in bancarotta.

17) Drew Barrymore

Anche se oggi è una delle attrici più ricche e acclamate di Hollywood, reginetta della commedia romantica, Drew Barrymore ha forse avuto il passato più disastroso in quanto ad eccessi. Ha recitato in “E.T.” a sei anni ed è diventata famosissima. All’età di nove anni Drew e la madre sono state abbandonate dal padre, che aveva problemi con l’alcol, ed erano diventate assidue frequentatrici dello Studio 54 a New York, non esattamente un posto per bambini.  Già allora la Barrymore fumava sigarette, a 11 anni ha iniziato a bere alcol, a 12 a fumare a marijuana, l’anno successivo è passata alla cocaina. A 14 anni era già in rehab e di problemi ne aveva parecchi e a 17 anni finiva nuda su Playboy. Successivamente si è ripulita, ha dichiarato di bere in maniera controllata e oggi oltre ad essere una donna di successo è anche una mamma felice.

16) Tatum O’Neal

E’ stata la persona più giovane a vincere un Oscar (come migliore attrice per “Paper Moon”), la figlia di Ryan O’Neal ha iniziato ad abusare di alcol e droghe all’età di nove anni, a 12 anni è stata molestata dallo spacciatore del padre. Tatum si è sposata con John McEnroe nel 1986, hanno avuto tre figli prima di divorziare nel ’94, quando l’attrice ha sviluppato dipendenza da eroina. Nel 2008 sono arrivati i problemi con la legge, è stata beccata a comprare crack e in possesso di cocaina ed è entrata in rehab nel 2012 ma a quanto pare continua ancora a negare la sua dipendenza.

15) Brian Bonsall

Giovane star di “Casa Keaton“, Brian ha iniziato la sua carriera come attore a cinque anni, si è ritirato dalla recitazione nel 1995 per frequentare il liceo in Colorado e lì si è appassionato al punk rock dando vita ad una band. Dopo il suo diploma, avvenuto nel 2000, sono arrivati i problemi con la legge per guida in stato di ebbrezza e sotto influenza di droghe, è stato accusato di aver aggredito la sua fidanzata. Nel 2009 ha rotto una sedia di legno in testa ad un suo amico: entrambi erano ubriachi e Brian Bonsall ha dichiarato di non ricordare niente.

14) Gary Coleman

Scomparso all’età di 42 anni, Gary Coleman è diventato famosissimo grazie a “Il mio amico Arnold” ma nel corso della sua vita, oltre alla sua malattia, ha dovuto affrontare altri problemi: quelli finanziari con i genitori che volevano approfittare della sua fama, la depressione e i tentativi di suicidio. Nel 1999 è andato in bancarotta, l’anno precedente ha dato un pugno ad una donna che gli aveva chiesto un autografo, nel 2007 era stato accusato di maltrattamento della sua ragazza, che sposò in seguito per poi finire in prigione tre anni dopo per violenza domestica.

13) Dana Plato

Insieme  a Gary Coleman e gli altri colleghi di set de “Il mio amico Arnold“, Dana Plato ha iniziato a usare molto presto marijuana e cocaina. E’ uscita dallo show nel 1984 dopo essere rimasta incinta ma a causa delle sue dipendenze, Dana ha perso la custodia del figlio e il suo matrimonio è andato presto in frantumi. A parte la sua apparizione su Playboy nel 1989 con un seno nuovo di zecca, Dana Plato è andata in rovina sia economicamente che professionalmente. E’ morta a soli 34 anni, di overdose. Undici anni dopo, a soli 25 anni, suo figlio si è tolto la vita sparandosi in testa.

12) Corey Feldman

Protagonista di “The Two Coreys” insieme a Corey Haim, Feldman ha iniziato la sua “carriera” nel mondo delle dipendenze insieme ad un grande maestro del settore, River Phoenix, morto nel 1993. Corey Feldman ha iniziato a fumare marijuana e bere alcol con lui durante le riprese di “Stand by me”, nel 1990 è stato trovato in possesso di eroina e cocaina. Nel 1994 ha tentato la fortuna nel mondo della musica e sembra essersi ripreso, forse non del tutto, dai problemi che ha avuto in passato.

11) Corey Haim

Ovviamente anche lui ha seguito le orme dell’amico e compagno di set, diventando famoso fin da piccolo. A 15 anni, quando ha abbandonato la recitazione, ha iniziato a fare uso di droghe ed ha avuto diversi problemi anche a livello finanziario, non è più riuscito a trovare ruoli di risalto. Haim è stato in rehab almeno quindici volte ma nel 2010 i suoi vizi hanno avuto la meglio su di lui, è morto di overdose.

10) Jodie Sweetin

Giovane star de “Gli amici di papà“, ha iniziato a bere nel 1995, dopo la cancellazione dello show e i tentativi di condurre una vita normale nonostante la fama e gli impegni lavorativi. Nel 2002 ha sposato Shaun Holguin ma ha iniziato anche a fare uso di svariati tipi di droghe, tra cui le metanfetamine. Si è sposata per altre due volte e ha avuto due figli, ma i suoi matrimoni hanno avuto vita breve.

9) Matthew Underwood

A sei mesi Matthew Underwood era già un modello, poi ha ottenuto diversi ruoli e nel frattempo si è appassionato agli sport estremi. E’ stato arrestato per possesso di marijuana.

8) Britney Spears

Lei è uno degli esempi più lampanti di come la celebrità possa rivelare il suo lato più spietato: con altri famosi colleghi ha esordito nel “The New Mickey Mouse Club” prima di diventare l’idolo delle adolescenti nel 1998 con “Baby one more time“. Tutt’ora Britney Spears è una star di successo ma è passata attraverso diversi matrimoni, problemi di dipendenza, rehab e qualche problema mentale che hanno costretto i genitori a richiedere un TSO. E’ diventata cult l’immagine di lei che si rasa i capelli davanti ai paparazzi: oggi la Spears sembra essersi ripresa, la sua immagine è stata ripristinata e gli affari vanno a gonfie vele.

7) Taran Noah Smith

Conosciuto per aver recitato in “Quell’uragano di papà“, a 17 anni ha sposato una donna di 33, il matrimonio è durato sei anni. A 18 anni sono arrivati i problemi con i genitori per la gestione del suo patrimonio, prima di divorziare Smith e la moglie hanno aperto un ristorante vegano, l’attore è stato trovato in possesso di hashish.

6) Amanda Bynes

Un altro esempio lampante di come la celebrità possa causare gravi problemi è Amanda Bynes: dopo aver avuto grandi successi, ha visto la sua fama scemare e per consolarsi ha iniziato a fare uso di alcol e droghe. Ha avuto innumerevoli problemi con la giustizia, dai più semplici come la guida parlando al cellulare fino all’attesto per procurato incendio. Adesso sembra aver trovato una stabilità, ma ha trascorso diversi mesi in un centro di salute mentale.

5) Jeremy Jackson

Ha fatto parte del cast del celeberrimo “Baywatch” ma nel 2000 è stato in rehab per curare le sue dipendenze, nate nel periodo in cui era diventato famoso. Oggi i suoi obiettivi sono cambiati e in parte Jackson si occupa di aiutare chi sta vivendo i suoi stessi problemi. Un finale positivo, una volta tanto.

4) Jaimee Foxworth

Diventata famosa grazie a “Otto sotto un tetto” nei panni di Judy Winslow, ha dato vita ad una band dopo essere stata fatta fuori dalla serie. Si è fatta trascinare presto da alcol e droghe e non ancora ventenne, ha iniziato a girare film porno. Ha partecipato a “Celebrity Rehab” e ha raccontato che la nascita di suo figlio ha cambiato le sue prospettive, nel frattempo ha avuto problemi di violenza domestica con Michael Shaw, chiedendo un ordine restrittivo nei suoi confronti.

3) Lindsay Lohan

Impossibile arrivare alla fine di questa top 20 senza citare il nome di Lindsay Lohan, che ci ha intrattenuti per anni con i suoi problemi giudiziari e le sue sfilate dentro e fuori dal tribunale di Los Angeles. E’ stata arrestata per guida senza patente, in stato di ebbrezza, possesso di cocaina e anche per furto di gioielli. E’ stata dentro e fuori dai centri di riabilitazione per molto tempo e il suo percorso sta continuando ancora, speriamo che stavolta vada a buon fine, nel frattempo la sua carriera ne ha risentito parecchio.

2) Edward Furlong

A 15 anni si è innamorato di una donna di 29, l’ex bambino prodigio di “Terminator 2” ha ottenuto diversi ruoli fino a quando l’abuso di alcol e droghe e l’accusa di violenza domestica non hanno influito in maniera determinante nella sua vita. Ha infranto l’ordine restrittivo richiesto dalla moglie per ben due volte, una delle quali l’ha presa a pugni ma la violenza contro le donne è proseguita con le compagne avute successivamente.

1) Macaulay Culkin

Il primo posto va a lui, l’emblema di questa categoria. La baby star di “Mamma, ho perso l’aereo” è stata anche una delle più famose e richieste degli anni Novanta. I problemi sono iniziati in famiglia, con i genitori che hanno approfittato abbondantemente delle fortune di Macaulay Culkin, che in seguito ha iniziato a fare uso di droghe. Per un periodo si è vociferato che fosse morto d’overdose d’eroina ma in realtà attualmente non si sa molto delle sue abitudini, a parte il fatto che si sia buttato a capofitto nella musica.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti