ƒ

Doctor Who, anticipazioni e trailer settima stagione

In attesa della settima stagione il trailer della serie Tv Doctor Who.

di Silvia Lucchi 3 agosto 2012 16:54

Doctor Who, la famosa serie televisiva britannica e di fantascienza prodotta dalla BBC a partire dal 1963, nel 2005 è stata modificata, rimodernata e riportata sugli schermi britannici riscuotendo nuovamente un enorme successo che si protrae ancora fino ad oggi.

Con ben 33 anni di programmazione e più di 700 episodi è decisamente la serie Tv più longeva di sempre, e ancora oggi milioni di fan sono in attesa della settima stagione, che andrà in onda il prossimo autunno, ma la data non è ancora stata comunicata.

Per chi non avesse mai visto la serie invece, questa racconta delle avventure di un viaggiatore sia del tempo e sia dello spazio noto come “Il Dottore” e che, in realtà è un extraterrestre, l’ultimo Signore del Tempo superstite del pianeta Gallifrey. I viaggi spazio-temporali sono compiuti a bordo del “Tardis”, un’astronave, una vecchia cabina telefonica della polizia britannica esteriormente, con una superficie enorme al suo interno. Nell’anteprima rilasciata da BBC America il Doctor Who, insieme ai suoi compagni di viaggio Rory e Amy (rispettivamente interpretato da Arthur Darvill e Karen Gillan), salta da un’epoca all’altra facendo numerosi incontri tra i quali persino dei dinosauri spaziali. In attesa dei nuovi episodi della settima stagione, qui di seguito troverete il trailer con qualche piccola anticipazione:

Doctor Who, anticipazioni e trailer settima stagione

Come si vede dal video, per la settima stagione pare che non sia cambiato nulla, dunque. Stesso Dottore (e chi segue la serie sa quanto questo non sia assolutamente da dare per scontato visto che nel corso degli anni il protagonista è cambiato parecchie volte), stessi nemici, e soprattutto stessa truppa sul Tardis: ci saranno Rory e Amy e per qualche puntata ricomparirà anche River Song. Alcune anticipazioni fanno sospettare, anzi ne danno quasi la certezza, che qualcosa cambierà in maniera del tutto radicale fino ad arrivare ad un vero e proprio punto di rottura.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti