Barbara D’Urso denunciata dall’Ordine, Selvaggia Lucarelli la difende

La conduttrice di Pomeriggio 5 è nel mirino dei giornalisti che l'hanno accusata di fare informazione sbagliata: la napoletana finirà in Tribunale?

di Maris Matteucci 27 novembre 2014 11:33

Barbara D’Urso ancora nel mirino, stavolta in quello dell’Ordine dei Giornalisti che ha minacciato di denunciarla se non smetterà di fare interviste distorte e che sminuiscono il lavoro dei giornalisti nel corso dei suoi programmi, Pomeriggio 5 in primis. La napoletana finirà in Tribunale? Questo ancora non lo sappiamo, quello che sappiamo è che Barbara D’Urso in queste ore sta ricevendo il sostegno di molti personaggi della tv che si stanno schierando al suo fianco. E trfa i tantia  sorpresa sbuca anche Selvaggia Lucarelli.

Le due proprio non si sopportano, tuttavia la blogger giornalista dfende Barbara D’Urso con un lungo post su Facebook di cui vi segnaliamo una piccola parte:

Quello che penso della D’Urso penso si sia capito e mi sembrerebbe superfluo ribadirlo. Per me la deriva che hanno preso i suoi programmi è devastante e lo dico da tempo, però questa volta mi tocca non dico difenderla, ma quasi. Premesso che Iacopino è un presidente molto in gamba, su questa cosa della denuncia dell’Ordine dei giornalisti a Barbarella nutro delle perplessità. Non che sia addolorata, anche perchè vista la sua abitudine a scomodarli lei i tribunali pure se uno dice che ha un’unghia ingiallita, magari prova l’ebbrezza di stare dall’altra parte. Però quello che leggo nella denuncia, ovvero “anche il diritto di cronaca ha dei limiti sanciti dalla legge” o la signora D’Urso conduce interviste senza essere titolata o causa ripercussioni negative sull’immagine della professione giornalistica, beh, mi permetto di dire che è tutto vero, per carità, ma non è che certi signori col tesserino scintillante facciano di meglio. Magari il contesto appare meno baraccone, magari non fanno le faccette o i carmelitasmack tra una disgrazia e un’intervista alla Fico, però nel torbido ci rovistano allo stesso modo. Ma proprio allo stesso, indugiando sul macabro, parlando di minori, invitando soubrette a discutere di sentenze e di omicidi, non preoccupandosi minimamente delle ripercussioni psicologiche che certe trasmissioni possono avere sui figli dei vari Bossetti & co

Photo Credits | Getty Images

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti