Isola dei Famosi, le accuse dell’ex naufrago Luca Ward

Il famoso doppiatore, ex partecipante al reality, svela alcuni particolari in una intervista a Repubblica

di Maris Matteucci 14 marzo 2015 15:32
Luca Ward

Luca Ward è stato uno dei protagonisti dell’Isola dei Famosi ma la sua permanenza nel reality fu caratterizzata da un incidente che il doppiatore ricorda ancora molto bene. Ed è per questo che, in una intervista a Repubblica, Luca Ward sostiene a gran voce che i reality andrebbero tutti chiusi, Isola dei Famosi compresa. Troppo i rischi non correttamente calcolati e che metterebbero in serio pericolo la salute dei concorrenti.

Ecco le parole di Luca Ward a Repubblica:

I reality vanno chiusi, non ci sono altre considerazioni da fare. La gente ha voglia di evadere? Lo capisco, visto il momento che stiamo vivendo: ma si guardasse una fiction

Poi Luca Ward ricorda il suo incidente:

Perché i reality non hanno senso, e possono essere molto pericolosi. Io ho vissuto la grande paura sulla mia pelle. E sono istruttore subacqueo, sono uno sportivo, conosco il mare. Mi hanno fatto lanciare dall’elicottero, ma il fondale era troppo basso: non avevano tenuto conto della bassa marea. Avevano fatto una prova ore e ore prima. Meno male che mi ero tuffato in modo scomposto, se mi fossi buttato a candela non sarei mai più rimasto in piedi[…] Ho incrociato le braccia per indicare al pilota dell’elicottero, che era un pilota militare e ha capito il segnale, di spostarsi prima di far tuffare gli altri concorrenti. Non è un gioco, la sicurezza è la prima cosa e molto spesso non c’è

Parole molto forti, quelle del doppiatore, che sicuramente troveranno in accordo Catherine Spaak che quest’anno ha abbandonato l’Isola dopo molte polemiche legate alla non sicurezza.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti