Michelle Hunziker col cappello di pelliccia, il web insorge

Michelle Hunziker al centro della polemica dopo aver pubblicato un video che sarebbe dovuto essere divertente ma ha fatto infuriare il web.

di Elide Messineo 13 febbraio 2014 11:27

Gli animalisti sono sempre dietro l’angolo e se si è personaggi pubblici non c’è da scherzare: avrà imparato la lezione Michelle Hunziker, che aveva pubblicato un video comico di pochi secondi e si è ritrovata al centro di una bufera mediatica.

La bella conduttrice aveva semplicemente pubblicato un video in cui imitava una gallina, indossando un berretto con un ponpon di pelliccia. E’ stato proprio quello a mandare su tutte le furie alcuni utenti, che hanno protestato per la pelliccia, qualcun altro ha provato a difendere Michelle Hunziker sostenendo che forse si tratta di sintetico, ma in ogni caso l’effetto è stato eccessivo, al punto che la diretta interessata ha dovuto rimuovere il video.

C’è addirittura chi chiede delle scuse ufficiali per quello che ha fatto, qualcun altro scrive:

Non mi piace! Una figura pubblica che si fa beffe con un animale scuoiato è terribile!

Altri ancora la definiscono “senza cuore” ma al posto delle scuse ufficiali, Michelle Hunziker ha preferito rimuovere il video, non aveva calcolato infatti che gli animalisti sono sempre pronti a puntare il dito e seguono ogni movimento dei personaggi pubblici, pronti a rivoltarsi contro di loro.

E anche se Michelle ha eliminato il video incriminato, gli utenti infuriati non si sono arresi ed hanno continuato a scriverle di tutto e di più nei vecchi post, dove qualcuno ricorda uno scatto in cui la conduttrice indossa una pelliccia di visone:

ipocrita con la patente.e ricordiamo anche la pelliccia di visone regalata da tommaso che puntualmente ha indossato.probabilmente ti piacciono le carogne degli animali

Un altro utente ribatte scrivendo:

probabilmente usa pellicce sintetiche e sti sciacalli manco lo sanno

Arriverà un chiarimento oppure Michelle farà passare tutto senza pensarci troppo?

Photo Credits | Facebook

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti